Recupero dati da un hard disk: i possibili problemi

da | 3,Mag, 2016

In diversi articoli di questo blog, abbiamo parlato di recupero di dati da hard disk rotti. Nel post di oggi entriamo un po’ più nel dettaglio circa le problematiche che possono essere diagnosticate in laboratorio.

Problema software o guasto hardware?

La prima distinzione che dobbiamo fare è quella tra due principali problematiche. Il danno può essere di tipo software o di tipo hardware.

camera bianca | Recupero dati da un hard disk: i possibili problemi

Guasti di tipo software

In questa casistica troviamo tutti i problemi che non comportano un danno fisico al disco, ma solo ai dati. Facendo una metafora, è come se una persona stesse fisicamente bene, ma avesse “perso la testa”. Solitamente, i problemi di questo tipo sono più facilmente risolvibili.

Uno dei più frequenti guasti software è la formattazione accidentale, oppure la cancellazione (sempre accidentale) di alcuni file o di alcune cartelle. In questo caso i tecnici intervengono unicamente tramite l’utilizzo di software specifici e di tecniche per il recupero, senza andare ad aprire fisicamente il disco.

Un caso un poco più ostico è quello in cui a “saltare” sia la tavola delle partizioni (o MBR). L’MBR è una piccola porzione di memoria all’inizio del disco, in cui viene archiviata la struttura stessa dell’HDD: sono elencate tutte le partizioni, dove iniziano a dove finiscono. Se, per qualche ragione, queste informazioni vengono perse/cancellate/sovrascritte, il disco risulterà non partizionato: in pratica il computer lo vedrà come se lo avessimo appena comprato (cioè “grezzo”). Anche in questo caso si procederà con dei tool specifici, per tentare la ricostruzione della tavola delle partizioni o, in alternativa, il recupero dei dati come se si trattasse di una formattazione accidentale.

Un altro fattore che può risultare importante: in caso di guasti unicamente software, il supporto (ovvero il disco) può sempre essere utilizzato in futuro, perché non è danneggiato.

Guasti di tipo hardware

La casistica dei guasti di tipo hardware è più vasta e di difficile soluzione.

Cominciamo con l’analizzare il guasto di tipo elettronico: sul lato inferiore di ciascun hard disk è presente una scheda elettronica (verde). Questo componente non ha parti meccaniche, ma serve per interfacciare il disco con il resto del computer. Nel caso in cui non funzioni, è possibile tentare di sostituirla con un’altra esattamente identica, presa da un altro hard disk. Il problema, in questi casi, è dotarsi del pezzo di ricambio, dato che spesso le schede elettroniche non vengono vendute separatamente dall’hard disk e, se il disco non è più in produzione, può essere un problema… A dire il vero, alcuni dischi condividono la stessa elettronica.

testine hard disk | Recupero dati da un hard disk: i possibili problemi

Di solito siamo in presenza di un guasto di tipo elettronico quando il disco non si accende proprio.

Quando il guasto hardware non è di tipo elettronico, non ci rimane che aprire il disco (mi raccomando, sto parlando di laboratori con camere bianche, non aprite assolutamente il disco in casa!). A questo punto il danno può essere, fondamentalmente, di due tipi: un danno al gruppo testine o un danno al motore che fa girare i piatti.

Per spiegare queste procedure dovrei entrare nel tecnico. Semplificando, possiamo dire che si può procedere alla sostituzione del blocco di testine (si parla di blocco perché le testine fanno parte di un pezzo unico e si muovono tutte insieme sui dischi) o al “ trapianto” dei piatti in un disco identico, oppure al “trapianto” del motore che fa girare i piatti da un identico disco sano al disco rotto (previa estrazione del motore non funzionante). Queste procedure sono estremamente delicate e richiedono, oltre alla struttura e ai pezzi di ricambio, una certa manualità.

trapianto motore hard disk | Recupero dati da un hard disk: i possibili problemi

Dato che un problema alle testine o ai piatti, anche se rimesso a posto, può lasciare delle tracce (ovvero i dati possono essersi corrotti a causa, per esempio, di un collasso delle testine sui piatti) spesso bisogna procedere, dopo avere messo a posto la parte fisica, alla ricostruzione dei dati persi. Non sempre questa riesce alla perfezione.

Non sempre si recuperano i dischi

Ovviamente, non è sempre possibile recuperare i dati dagli hard disk rotti. È difficile fornire delle statistiche perché la procedura e i risultati evolvono e i supporti cambiano, ma i casi di successo variano tra 1/3 e 2/3 dei recuperi. Pertanto, non finiremo mai di dirlo, è fondamentale fare i backup!!! Ne abbiamo parlato diverse volte in questo blog (per esempio qui).

E per gli SSD?

La differenza tra un hard disk tradizionale è una SSD è stata spiegata in diversi articoli di questo blog (come, per esempio, questo). Per quanto riguarda l’affidabilità, un hard disk SSD decisamente più resistente: non avendo parti meccaniche (ovvero i piatti che girano e le testine), ma essendo composto unicamente da blocchi di silicio, è molto meno sensibile a sollecitazioni meccaniche. Infatti, se anche facciamo cadere o lanciamo un dispositivo con una memoria a stato solido, è molto difficile che questa si rompa. Anzi, è più probabile che si rompano altre componenti… Lo schermo dell’iPhone non vi dice niente?

ssd aperto | Recupero dati da un hard disk: i possibili problemi

Ciononostante, anche i dischi a stato solido si possono rompere… In questo caso il recupero è possibile (non sempre, bisogna fare una diagnosi) ma è più complesso perché non si può, appunto, lavorare “meccanicamente”: non ci sono blocchi destina da sostituire o motori…