Manutenzione del Computer: prevenire è meglio che curare

da | 19,Nov, 2014

Fidatevi: la manutenzione del computer è importantissima! Può aiutare a rendere il vostro PC più veloce, e ottimizzare le sue prestazioni. Ecco qualche suggerimento che vi permetterà di occuparvi autonomamente della Manutenzione del Computer.

Manutenzione del Computer: prevenire è meglio che curare

 

File spazzatura

Prima di tutto pulite tutti i file spazzatura o non necessari del vostro computer. Dovete assicurarvi di rimuovere:

  • I file temporanei del computer (quelli nelle varie cartelle utente)
  • I file presenti nelle cache dei browser
  • Le voci di registro non necessarie
  • Se volete, potete svuotare il cestino

Per fare ciò potete usare l’utility “Pulizia disco” di Windows (per trovarla premete il tasto Win e cercatela), oppure uno dei tanti tool gratis o a pagamento, come per esempio Ccleaner.

 

Scansione e rimozione di spyware e virus

Come abbiamo spiegato a fondo in questo articolo, è importante avere installato un antivirus aggiornato e fare periodiche scansioni all’avvio. Inoltre, è sempre opportuno usare uno dei tanti tool per la rilevazione e la pulizia dei malware, come per esempio Malwarebytes.

Manutenzione del Computer: prevenire è meglio che curare

 

Defrag

Assicuratevi anche di fare delle deframmentazioni periodiche dei vostri hard disk. Ogni volta che il sistema immagazzina dei dati nell’hard disk, questi vengono scritti nella prima posizione libera. E’ un po’ come se fossimo in un magazzino e, ogni volta che riceviamo della merce, la appoggiassimo nel primo posto libero: dopo un po’ la ricerca dei vari pacchi risulterebbe piuttosto complicata. La deframmentazione “rimette in ordine” tutti i file, come faremmo, appunto, in una zona di lavoro reale.
Per i dischi SSD non è necessario il defrag.

 

Disinstallazione di programmi

Ogni tanto è bene preoccuparsi di disinstallare i programmi inutilizzati. Ecco il metodo che consigliamo ai nostri clienti: aprire Pannello di Controllo > Programmi e funzionalità (o la voce analoga nel vostro sistema operativo). Si aprirà una lista con tutti i programmi installati e l’autore. Cercate i programmi che non usate, poi individuate quelli che non conoscete (ovvero quelli il cui nome non vi dice nulla). Per questi programmi guardate l’autore: se l’autore è “famoso” (Microsoft, Adobe, HP, Epson, etc.) è bene non disinstallarli, ma se l’autore non è indicato o anch’esso non vi dice nulla, potrebbe essere saggio procedere con l’eliminazione.

Anche in questo caso possiamo trovare in Internet molti tool, gratuiti e non, che permettono di disinstallare programmi con opzioni aggiuntive, come la creazione di un punto di ripristino prima della disinstallazione (utile se non siete sicuri di quello che state andando e eliminare) o la ricerca e la cancellazione di tutti i collegamenti e le voci di registro relative al programma eliminato (questa operazione serve per eliminare quanti più residui possibile del software rimosso).

 

Driver

Consigliamo sempre di installare le versioni più recenti dei driver delle periferiche e aggiornare costantemente i programmi (a partire da Windows!). I software e i driver obsoleti pregiudicano la compatibilità del computer.

Manutenzione del Computer: prevenire è meglio che curare

 

Rimozione di programmi all’avvio

Tramite il tool MSCONFIG (cliccate il tasto Windows, quindi “Esegui” e digitate msconfig) o tramite vari programmi online (free/gratuiti) come lo stesso Ccleaner, disattivate tutti i programmi e gli eseguibili non necessari che vengono lanciati all’avvio del computer.

 

Pulizia dell’hardware

I computer sono quasi sempre dotati di ventole che immettono aria nel case per raffreddare i componenti. Tutti i PC, e specialmente i desktop installati in zone non proprio asettiche o appoggiati per terra, corrono il rischio di “mangiarsi” un sacco di polvere. Pertanto è bene, periodicamente, aprire il case e, con l’ausilio di un panno morbido, un pennello delicato e eventualmente un compressore (a bassa potenza, non quelli dei benzinai!) rimuovere tutta la sporcizia.
Per i notebook: spegneteli e, sempre usando una bomboletta ad aria compressa, soffiate delicatamente, per pochi secondi e da una distanza di almeno 10cm, aria nelle bocchette di ventilazione del portatile. Andateci piano, altrimenti rischiate di rompere le ventole…
Se non siete dei tecnici hardware o appassionati, per le operazioni più delicate potete rivolgervi al nostro servizio di Assistenza Computer a Bologna

 

Sostituzione pasta termoconduttiva

Per i più pratici consigliamo di aprire il computer, smontare il dissipatore della CPU, rimuovere la CPU, pulire con un po’ di alcol sia la parte superiore della CPU che quella inferiore del dissipatore per rimuovere i residui di pasta termina e di riapplicarla. Potete trovare siringhe di pasta termica su Amazon o eBay, a pochi Euro.

 

Punti di ripristino e backup

Vogliamo aggiungere un ultimo suggerimento: attivate i punti di ripristino e organizzatevi per fare dei backup (il meglio sarebbe fare, con una certa cadenza, delle immagini del disco intero, per essere in grado di recuperare tutto in caso di rottura del disco stesso). Va bene la manutenzione, ma anche un po’ di sicurezza non guasta! Abbiamo parlato a fondo dei metodi di backup in questo nostro articolo.